Giovedì 30 Apericena + Concerti al Guernica

Alla vigilia della ricorrenza internazionale più importante vogliamo onorare chi 68 anni fa è stato ucciso perché chiedeva “pane e terre”.
Lo faremo ascoltando, cantando, ballando e divertendoci. Esercitando tutte quelle azioni che terrorizzano la Mafia perché ognuno di noi le esprime liberamente, senza controllo.

Una (r)esistenza creativa e festaiola alla subdola e silenziosa cultura mafiosa.

Quindi snobbate i soliti programmi per un Venerdì provincialotto visto e rivisto. Passate a dare un’occhiata ad una vera serata in stile universitario!
Scuse valide per non esserci: esser diventati Spider Man, credere nelle scie chimiche, aver scoperto quel tesoro nascosto di cui blaterava il prozio matto, essere il prozio matto.

PROGRAMMA DELLA SERATA:

19.30 – le porte del buon Guernica apriranno per accoglierci con una gustosa apericena a prezzi ultra popolari;

Alle 20.30 attaccherà a suonare la nostra prima proposta, il quartetto dei “Bois Amìs” contro l’imperante conformismo degli inglesismi e romanismi a caso e che perciò non ci propinerà il solito, insipido, “revival gajardo” bensì una sana cura a base di cantautorato genuinamente italiano;

20.45 – dopo che l’atmosfera sarà stata riscaldata a dovere sarà il turno di Tommaso Motteran, lanciatissimo nelle sue specialità musicali: la critica irriverente e la satira demenziale che, in qualche modo, riguardano tutti noi!

Dalle 21.30 si parte con i “Black Dog”: direttamente dal titolo di una delle più famose canzoni dei Led Zeppelin questa band indigena ci farà gustare un po’ di rock autoctono e verace;

23.00 – al via con una bella “Music Session” in pieno stile “random”: dall’electro swing al trash anni ’90, dal reggae al rock old school, dall’hip-hop agli artisti di nicchia indipendenti che se non gli ascolti sei troppo mainstream!

Il tutto sarà condito con letture d’assalto che ci faranno sentire parecchio alternativi e molto acculturati!

Venerdì 24 Aprile il teatro: MONIKA

Venerdì 24 Aprile al Circolo ARCI Guernica di via Mazzini 15 a Porto Maurizio alle ore 21 dopo la cena sociale il teatro: MONIKA.L’attrice Genovese Irene Lamponi presenta un monologo dal titolo MONIKA, liberamente ispirato al libro “La ragazza che vendicò Che Guevara – Storia di Monika Ertl”.
I soci che intendono venire alla cena e al tatro si prenotino subito al 331.11.43.004. I posti sono limitati! I non soci dovranno fare la tessera ARCI.

“MONIKA” è uno spettacolo che mette in luce la necessità e la volontà di un cambiamento: cosa spinge una persona a rischiare la vita per cambiare le cose?

“MONIKA” è una forte ed emozionante storia d’amore, di lotta e di vendetta. Lo spettacolo raccontala vicenda biografica di Monika Ertl, una giovane e bellissima donna tedesca vissuta negli anni ’70 che, spinta dall’amore e dal senso di giustizia, decide di lasciare la sua vita agiata, di prendere le armi in mano e di entrare in clandestinità per aiutare il popolo boliviano. Dopo soli 3 anni, sarà lei a sparare a sangue freddo al cuore di un uomo, con una pistola a nome di Giangiacomo Feltrinelli.

Monika Ertl è una piccola eroina tragica schiacciata dagli eventi, in lei Amore, Vendetta e Giustizia si mescolano e ci lasciano con una domanda: “noi combattiamo davvero per cambiare le cose?” Usando videoproiezioni e rimandi continui, lo spettacolo si riallaccia al nostro presente, dai movimenti globali degli indignati, alla primavera araba, alle rivolte dei nostri giorni.

Monika Ertl è la ragazza che vendicò Ernesto Che Guevara sparando all’ufficiale dei servizi segreti boliviani Roberto Quintanilla, nel 1971. Figlia di un tedesco compromesso con il nazismo, trasferitasi in Bolivia per seguire il padre, all’età di 32 anni Monika abbandona la famiglia per unirsi ai guerriglieri boliviani diventando l’amante del loro capo, Inti Peredo, il successore del Che. Solo tre anni più tardi, nel 1971, Monika decide di uccidere Roberto Quintanilla, l’uomo che aveva coordinato le azioni per uccidere Che Guevara e Inti Peredo. I colpi partono da una Colt Cobra registrata a nome di Giangiacomo Feltrinelli.

 

Sabato 18: il MasterCuciniere

Sabato 18 Aprile si chiude la fase eliminatoria del MasterCuciniere. Dalle ore 20 la squadra ”Hellory team” con il loro piatto dal poetico nome “Nascondino degli orti sul mare” sfiderà la “Parmigiana alla sorrentina” della squadra delle Bufaline.

Si ricorda che possono votare il miglior piatto solo i soci ARCI.

I soci che intendono venire ad assaggiare e a votare si prenotino subito al 331.11.43.004. I posti sono limitati!

Imperia per la pace: un’ altra difesa è possibile

Il 18 aprile dalle 16 alle 18,30 presso la sala conferenze della F.lli Carli in via Garessio 11 a Imperia si svolgerà l’incontro:

“Imperia per la pace: un’ altra difesa è possibile”
organizzato dal Tavolo per la pace della provincia di Imperia (a cui aderiscono circa 25 realtà associative della provincia) promosso dal Cespim e patrocinato dal Comune di Imperia.

“Un’altra difesa è possibile” è la campagna nazionale di raccolta firme per la presentazione di una proposta di legge atta alla creazione e al finanziamento di un dipartimento per la difesa civile, non armata e nonviolenta.
Interverranno Francesco Vignarca di Rete Italiana per il Disarmo,
Don Renato Sacco di Pax Christi,
Pasquale Pugliese del Movimento Nonviolento,
Marco Braghero dell’associazione Peacewaves,
Guido Cremonini di Operazione Colomba.

Durante il convegno partendo dalla presentazione e spiegazione della proposta di legge si approfondiranno i temi del disarmo e della nonviolenza in generale.

Sarà presente un banchetto per contribuire al buon esito della campagna firmando la proposta di legge (consultabile alla pagina internet http://www.difesacivilenonviolenta.org/).

Credere, educare e cercare di praticare la nonviolenza in generale è oggi un modo di vivere differente e controcorrente. E’ un antidoto contro le facili derive che l’impoverimento culturale, sociale, politico e quindi economico, comporta